Mi illumino di PMA

Quando mi sento triste chiudo gli occhi e penso a mio figlio così … Come una lunga distesa di lavanda. … Quando si alza il vento la sera riesco anche a sentirne il profumo ad occhi chiusi … Lo immagino sempre come una carezza leggera che mi abbraccia con delicatezza … A volte trovo anche coraggio di andare a controllante se le sue piantine sono apposto e se la sua rotella colorata gira accanto alla pianta che lo nasconde dagli occhi del mondo … Si l’ho portato a casa dopo l’aborto erano otto settimana un piccolo sacco vitellino con un puntino ma era mio figlio e la dottoressa quando sono arrivata con in mano il lembo di carta igienica mi ha detto che meritavo di portarlo con me e che anche lei ci vedeva un bambino e non materiale da gettare.
Così piano piano mi ricostruisco lo squarcio dell’anima che mi ha indurito, incattivita e anche annientata ma so che da qualche parte nel mondo un giorno troverò la strada e la forza di raccontarlo anche agli occhi di chi non può vedere la mamma PMA … Quella mamma che lo è già ancora prima di avere le beta positive perché a differenza delle mamme naturali noi siamo già con il cuore in attesa quando iniziano le stimolazioni. Da noi non esistono preliminari ma stimolazioni…. Da noi non esistono rapporti ma pick e transfert. Da noi non esistono vomitino e capricci ma 12 giorni di sudore freddo e paura di un prelievo …. Da noi non esiste entusiasmo nel gridarlo al mondo ma terrore di perderlo e paura di esporsi … Da noi non esistono sconti se hai aborto o beta negative …. Da noi esiste coraggio quello che manca a volte a tante persone e donne che ci giudicano perché non sanno che DA NOI non esiste la sconfitta perché noi abbiamo già vinto a prescindere perché almeno ci abbiamo provato!
Luana

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento