Tra Fede e scienza.

Mi sono sposata nel 2002, all’inizio volevo godermi un po il matrimonio ma non usavamo precauzioni pensavamo se arriva un bimbo bene, se no non fa nulla. Passato più di un anno senza rimanere incinta iniziamo pero ad avere dei dubbi e per levare lo scrupolo iniziamo a fare indagini. Sembrava tutto OK e così inizio a fare cure ormonali. Ma tutto tace. Passano circa 7 anni fra un medico e l’altro fino a quando mi viene diagnosticata una ciste endometriosica di 3 cm in ovaio sinistro con aderenze. Vengo operata, dopo un mese il primo test positivo ! Gioia alle stelle 😍 la felicità però dura poco più di 8 settimane in ecografia vedono che non c’è battito e mi fanno il raschiamento. Da li entro nel tunnel della depressione, attacchi di panico, ansia e quasi anoressia. Inizio a frequentare un gruppo di preghiera e da li trovo un po di conforto e coraggio a riprovarci ma passano altri 2 anni girando e cambiando ginecologi con la speranza di avere un figlio. Vado per fare l’ennesima visita e trovano l’utero chiuso. Faccio il test ed era positivo! Non riuscivo a crederci senza cure o altro finalmente ero di nuovo incinta. Ma il destino ancora una volta si era accanito e anche questo sogno finisce. Passano altri 3 anni sempre con crisi di panico e stufi di girare decidiamo di tentare l’ultima carta con la fecondazione assistita. Andiamo in un centro e iniziamo a fare esami e visite. Mi iniziano a dare le cure per stimolare l’ovulazione ma nelle ecografie non c’è nessuna ovulazione, si vede solo un altra ciste. Devo prendere una decisione a quel punto. Operarmi di nuovo oppure rimanere senza figli. Con coraggio e con la forza della fede mi hanno operata. Credevo di rimanere incinta senza fare la fivet, ed ho aspettato 3 mesi ma nulla. Iniziamo nuovamente l’iter per la stimolazione ma è troppo tardi. L’endometriosi con il tempo e gli interventi ha distrutto le mie ovaie. L’unico modo per avere in figlio adesso era fare ovodonazione. Li mi rifiuto. Preferisco adottare. Mio marito invece avrebbe fatto tutto ma davvero questo non me la sentivo di accontentarlo. Chiedo a mio marito un ultimo favore. Portarmi da Padre Pio a San. Giovanni rotondo. Arrivati alla tomba del santo inizio a piangere dietro di me un sacerdote mi disse: non pianga ! La sua preghiera è stata accolta e lei avrà un figlio! Io rimasi scioccata e gli chiesi chi era come faceva a saperlo…io non conoscevo lui e lui non conosceva me e la mia storia. Mi ha risposto che era frate Felice e che aveva letto nel mio cuore. Ero felice ma nello stesso tempo scettica. Con grande sorpresa il giorno dei miei 41 anni ottobre 2016 scopro di essere incinta! Il 14 giugno 2017 nasce la nostra bimba Vittoria dopo 14 anni di cure mediche e interventi. I miracoli accadono. Bisogna avere fede.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento